Cuba

Una identitÓ in movimento


Fernando PÚrez e il suo progetto cinematografico su MartÝ

David Leyva Gonzßlez


Grazie a un dialogo con Gloria CossÝo, assistente alla regia di Fernando PÚrez, che sta investigando nella nostra biblioteca sulla vita di JosÚ MartÝ, abbiamo saputo che si sta preparando un film sull'Eroe Nazionale di Cuba, ora in fase preparatoria.

Si tratta di una buona aspettativa per il cinema cubano e per gli appassionati alla figura di MartÝ che, in un certo senso, Ŕ il punto di riferimento pi¨ trascendente della storia cubana come nazione. Le radici delle lettere e della politica sono state segnate dal suo passaggio, biforcandole, e la sua immagine Ŕ divenuta leggenda nella storia e nella quotidianitÓ di un popolo che lo conosce come il pane, come una ceiba o un viso familiare che rimane nella nostra visione di ogni giorno.

Con questa icona cosý ben conosciuta, che abbiamo riempito eccessivamente di serietÓ etica, si sta creando un nuovo progetto di pellicola e la responsabilitÓ, o il peso di questo compito audiovisivo Ŕ nelle mani di Fernando PÚrez, che pi¨ che le mani pone tutta la sua forza cerebrale per realizzare una sceneggiatura che sia all'altezza del suo compito.

Sinora sappiamo solo che limiterÓ l'argomento all'infanzia e adolescenza di MartÝ e che sarÓ una coproduzione ICAIC Ś Televisione spagnola.

Anche se le informazioni sono scarse, i suggerimenti mentali ci hanno invaso, con quest'altro adolescente nel cinema di Fernando PÚrez...

Questa etÓ Ŕ propizia per il gusto simbolico del regista, anche se non si pu˛ scartare che potrebbe decidersi per un'estetica pi¨ realista.

Trattando solo l'adolescenza si libera di tratti pretenziosi e pu˛ condensare il suo messaggio in un pezzo di vita che si adatta alla cinematografia e permette d riflettere la novitÓ intrinseca dell'infanzia, il cambio e la crescita del giovane, l'intensitÓ esistenziale, la ribellione sincera e pura che gli bolle nella mente ancora inesperta.

Quei pensieri e quelle idee iniziali che devono giÓ essere difese con un'energia appassionata... Forse riceveremo una delusione conoscendo la vita tremenda di MartÝ adolescente nel Presidio e sarÓ un impegno fotografico molto forte per Fernando PÚrez realizzare artisticamente il realismo grottesco con cui Ŕ sempre stato rappresentato MartÝ in quelle giornate.

Il regista starÓ alla pari con gli scrittori delle tragedie greche: si sa di giÓ il destino dell'Eroe e si andrÓ al nuovo anfiteatro a vedere che attore interpreta MartÝ, se il mito si umanizza e se nel bilancio artistico vince l'uomo o l'eroe, se ci sarÓ artificio nella narrazione e se la dualitÓ estetica del regista riprenderÓ il realismo di una parte iniziale del suo cinema o la ricchezza simbolica successiva.

Adesso Ŕ cruciale che le intenzioni divengano concrete e che, senza perdere tempo, il regista faccia fermentare questo vino artistico che ci promette.


    Ufficio del Programma Martiano (OPM)
    Traduzione di Gioia Minuti



Pagina inviata da Gioia Minuti
(17 settembre 2007)


Cuba. Una identitÓ in movimento

Webmaster: Carlo Nobili Ś Antropologo americanista, Roma, Italia

ę 2000-2009 Tutti i diritti riservati Ś Derechos reservados

Statistiche - Estadisticas